Applicazione e controindicazioni del nandrolone decanoato


L'uso del nandrolone

Retinopatia diabetica; distrofia muscolare progressiva; Sindrome di Werdnig-Hoffmann; condizioni caratterizzate da un bilancio Ca2 negativo (osteoporosi senile e postmenopausale, terapia con glucocorticoidi a lungo termine); intensificazione dei processi catabolici che esauriscono le risorse del corpo (malattie infettive croniche, lesioni gravi, interventi chirurgici estesi, miopatia da steroidi); anemia nell'insufficienza renale cronica, mielofibrosi, mielosclerosi, aplasia mieloide del midollo osseo (refrattaria alla terapia tradizionale), danno al midollo osseo da metastasi di neoplasie maligne, farmaci mielotossici e sali di metalli pesanti; carcinoma mammario inoperabile (con metastasi) nelle donne in postmenopausa o dopo ovariectomia; ritardo della crescita nei bambini causato da una mancanza di ormone della crescita nandrolone decanoato.

Controindicazioni

Ipersensibilità, cancro alla prostata, cancro al seno negli uomini, cancro al seno nelle donne con ipercalcemia (in grado di attivare gli osteoclasti e causare il riassorbimento osseo), gravidanza (ha embriotossicità, fetotossicità, può causare la muscolarizzazione del feto femminile); malattie del fegato acute e croniche, incl. trauma alcolico; nefrite, sindrome nefrosica, periodo di allattamento.